BergamoScienza 2014

E così ci abbiamo riprovato.

Dopo la positiva esperienza del 2013, abbiamo provato a rivivere  questa avventura per certi versi straordinaria.  In questa edizione, anche grazie alla collaborazione dell’Università di Bergamo attraverso MatNet, abbiamo seguito un percorso più didattico del solito esponendo e commentando una parte importante di geometria dello spazio. In ogni caso non è mancata la creatività che si è potuta esprimere in vari modi. Per esempio attraverso le lampade realizzate  in origami e per di più usando il famoso modulo “inferno e paradiso” che tanti se non tutti i bambini hanno piegato e piegano ancora oggi. Ma non mancavano nemmeno i gioielli origami realizzati in base a precise figure di geometria solida. La loro visione ha strappato più di un sospiro. E che dire delle tassellazioni. Periodiche ed aperiodiche si sono fatte ammirare  per la loro bellezza non meno che per le loro proprietà  geometriche. 792 studenti e 750 privati hanno concluso la visita  al piano superiore frequentando  l’immancabile laboratorio nel quale è stato possibile piegare due solidi regolari ed analizzare le loro proprietà in modo rigoroso pur senza usare strumenti di sorta. Non c’è che dire: una bella esperienza.

 

Foto di Danilo Pedruzzi.  www.fotolobiettivo.com